Padiglioni espositivi

(0 Voti)

 

Il pubblico partecipante alla Notte Europea dei Ricercatori 2016 potrà soffermarsi in alcuni padiglioni interattivi che verranno installati nei luoghi di svolgimento della manifestazione presso la sede distaccata dei Laboratori Nazionali del Sud, sita all'interno del Porto di Catania.

I padiglioni saranno gestiti dai ricercatori dei Laboratori Nazionali del Sud e da associazioni culturali, ospiti della manifestazione. Essi riguarderanno le attività di ricerca pura e applicata svolte dai gruppi di riferimento. Scopo dell’esposizione sarà illustrare e spiegare al pubblico non esperto in cosa consiste il lavoro di un ricercatore. I padiglioni saranno allestiti in modo interattivo per coinvolgere in prima persona il visitatore che potrà ad esempio costruire un atomo aggiungendo tramite uno schermo touch i suoi costituenti (neutroni e protoni), ed accorgersi della differenza tra nuclei stabili ed instabili oppure visualizzare su un oscilloscopio proiettato su uno schermo il segnale generato dal continuo passaggio dei raggi cosmici su un rivelatore appositamente predisposto.

LOCATION: Porto di Catania
ORARIO: 18:00-02:00

 

Mappa dei padiglioni (scarica il pdf della mappa)

 

Elenco dei padiglioni:

1) Accoglienza

In questo padiglione potrete avere tutte le informazioni inerenti alla Notte Europea dei Ricercatori 2016.

 

 

 

2) Cos’è la Fisica nucleare?

Introduzione generale al mondo della fisica nucleare, dei nuclei e dei loro componenti con la possibilità di creare interattivamente un “atomo” e tutti gli elementi che ci circondano. Particolare enfasi sarà data ai nuclei e alla loro formazione sia primordiale (Big Bang) che stellare.

 

 

3) Nuclei ad alta velocità

Le reazioni nucleari sono il mezzo principale per studiare la natura, la composizione e le caratteristiche dei nuclei. Per effettuare una reazione nucleare bisogna far collidere i nuclei accelerandoli attraverso opportune macchine. I Laboratori Nazionali del Sud sono dotati di due macchine acceleratrici che verranno illustrate e descritte dai ricercatori che vi lavorano!!!

 

 

4) Gli “occhi” del fisico nucleare

Per osservare le particelle c’è bisogno di “occhi” speciali: i rivelatori. Il loro funzionamento, i materiali e le loro caratteristiche verranno ampiamente illustrate da esperti del settore. Potrete voi stessi provare ad utilizzarne alcuni per “vedere” le particelle che ci raggiungono dalle profondità del cosmo.

 

 

 

5) Una “medicina” nucleare

Una delle applicazioni alla vita quotidiana più interessanti della fisica nucleare è la protonterapia. In particolare i Laboratori Nazionali del Sud con il progetto CATANA sono pionieri nell’utilizzo di questa tecnica che è stata applicata con successo alla cura del melanoma oculare. I ricercatori illustreranno come la fisica nucleare può migliorare la vita di tutti noi!!

 

6) Le opere d’arte ai raggi X

I raggi X e le particelle nucleari possono essere utilizzate per lo studio di opere d’arte e di materiali archeologici in modo da studiare la loro provenienza, la composizione chimica e la loro autenticità. I ricercatori vi illustreranno le tecniche e gli strumenti con cui è possibile studiare i beni culturali in modo non distruttivo.

 

 

7) La fisica nucleare nella vita quotidiana

La fisica nucleare è strettamente connessa al fenomeno della vita. L’evoluzione stessa è influenzata dalle radiazioni sia di origine terrestre che extraterrestre. Ai Laboratori Nazionali del Sud si studia l’azione delle radiazioni sui sistemi cellulari e l’implementazione di tecniche diagnostiche non invasive, l’arricchimento della biodiversità, lo sviluppo di tecniche di misura e controllo della radioattività ambientale. Alcune di queste tecnologie e applicazioni verranno illustrate e spiegate nel dettaglio dai ricercatori responsabili di tali scoperte.

 

8) Echi dal mare - Suoni, Ricerca e Musica

Ignazio Parisi, musicista che collabora con il Bio Acoustics Lab del CNR-IAMC, ci condurrà in un viaggio ricco di suggestioni alla scoperta del mondo marino attraverso i suoi suoni. Obiettivo principale sarà quello di interrogarsi sul possibile ruolo dell’arte, in particolare della musica, nella riconnessione tra uomo e ambiente naturale attraverso il suono e nello sviluppo e diffusione di una coscienza ambientale.

 

9) Ludum - Museo della Scienza

Uno spettacolo tra Scienza e Teatro, allegro e divertente, durante il quale scienziati originali e bizzarri del Ludum - Museo della Scienza realizzeranno affascinanti ed entusiasmanti esperimenti, mescoleranno misteriose pozioni e sveleranno i segreti della scienza. Un’occasione per avvicinarsi con allegria alla Fisica. Un vero Show che lascerà a bocca aperta gli spettatori.

 

 

10) Palestra per la mente

Palestra per la mente presenterà le attività del CoderDojo Etneo utilizzate per la formulazione di una didattica che faccia uso delle tecnologie digitali oggi disponibili. I visitatori potranno cimentarsi in un laboratorio di coding e robotica educativa per sperimentare alcune delle discipline del curriculum STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). Sarà possibile programmare robot della Lego, creare videogiochi con Scratch, suonare il pianoforte toccando la frutta, far muovere una sfera programmandola e tanto altro!

 

11) Biodiversità nel mare

Il nostro è un Pianeta Blu, eppure gli oceani rimangono l'ultima frontiera di esplorazione sulla terra per l'uomo. Comprendere appieno i processi che li regolano permetterebbe di affrontare al meglio le attuali sfide dell'uomo, come il potenziale impatto dettato dal cambiamento climatico, la preservazione dell'ecosistema marino e la minimizzazione dei rischi ambientali dovuti ad uno sfruttamento scorretto delle risorse. Il padiglione sarà allestito dai nostri istituti partner INGV e IAMC-CNR.

 

 

12) L’Universo sotto il mare

Il progetto KM3NeT prevede la rivelazione delle particelle più sfuggenti dell’universo: i neutrini. Queste particelle trasportano informazioni legate all’origine dell’universo e degli oggetti più remoti del cosmo. Per rivelare i neutrini è necessario un rivelatore grande come il mare: esattamente un chilometro cubico. I ricercatori illustreranno come i neutrini vengono rivelati dal profondo degli abissi del Mediterraneo.

 

 

13) 501st Italica Garrison e Rebel Legion Italian Base

La 501st Italica Garrison e la Rebel Legion Italian Base saranno ospiti della Notte Europea dei Ricercatori 2016. I membri delle due associazioni vi faranno scoprire tutti i segreti di quella “galassia lontana lontana”, che dal 1977 a oggi ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo!

Letto 1593 volte
Condividi »